Laure Gauthier
Laure Gauthier

Laure Gauthier

[su_dropcap style=”default” size=”3″ class=””]L[/su_dropcap]aure Gauthier vive a Parigi e scrive testi di poesia, racconti e saggi. Ha pubblicato “Marie weiss rot/ Marie blanc rouge “(Delatour, 2013), “La cité dolente” (Châtelet-Voltaire, 2015) e la sua versione bilingue francese-italiano (Macabor, 2017), “Kaspar de pierre” (La lettre volée, 2017) e “Je neige” (entre les mots de villon) (LansKine, 2018).
 

Leggi l’intervista su Insula europea


 
I suoi testi di poesia sono pubblicati anche su riviste, specialmente su Po&sie, Sarrazine, Remue.net, CCP, Babel heureuse, Phoenix e su PØST. Promuove riscritture dei suoi testi con compositori per opere vocali e sceniche:  è stata messa in scena il 16 ed il 17 marzo 2018 al Théatre National Populaire (TNP) di Lione Back into nothingness (Musiche di Nuria Giménez-Comas). I suoi articoli e saggi scientifici si concentrano sui legami tra musica e testo (XVII-XXI) e sulla creazione inter e transmediale contemporanea.
Il suo lavoro poetico su enunciazione e polifonia l’ha portata a collaborare con compositori contemporanei nella ricerca di nuove architetture  poetiche, scenografiche e musicali: “Nun hab ‘ich nichts mehr” (2016, commissionato dal Teatro Regio di Parma, musica di Fabien Lévy), “Back into Nothingness” (musica di Nuria Giménez- Comas), presentato nel 2018 al teatro Alhambra di Ginevra (Festival Arcipelago).
Conduce una riflessione sulla voce e l’immagine poetiche nella loro plasticità e musicalità attraverso i transpoems, poemi per voce transgeneri poetici, che si possono adattare per radio o in allestimenti plastici, sonori, luminosi come “Etudes pour théâtre acoustique” (Musica di Pedro Garcia Velasquez e Augustin Muller) realizzato presso il Zentrum für Kunst und Medien di Karlsruhe nel settembre 2018. Il suo sito personale è www.laure-gauthier.com
 

Vai al programma

Festival europeo di poesia ambientale
 

× Vuoi saperne di più?